Visite: 392

Per il buon funzionamento della scuola sono presenti, per legge, vari organi collegiali; quelli operanti a livello di classe o di gruppo di classi sono composti dai docenti e dai rappresentanti dei genitori con le seguenti differenze in termini di denominazione e strutturazione:

SCUOLA DELL’INFANZIA: CONSIGLIO DI INTERSEZIONE

Docenti delle sezioni dello stesso plesso

Un rappresentante dei genitori per ciascuna sezione

 

SCUOLA PRIMARIA: CONSIGLIO DI CLASSE O DI INTERCLASSE

Docenti dei gruppi di classi parallele o dello stesso ciclo o dello stesso plesso

Un rappresentante dei genitori per ciascuna classe interessata

 

SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO: CONSIGLIO DI CLASSE

Docenti della classe

Quattro rappresentanti dei genitori.

 

I rappresentanti di classe vengono eletti una volta all’anno. Le elezioni sono indette dal Dirigente Scolastico entro il 31 ottobre. Tutti i genitori sono elettori e tutti sono eleggibili. Una volta eletti, i rappresentanti restano in carica fino alle elezioni successive (quindi anche all’inizio dell’anno seguente), a meno di non aver perso i requisiti di eleggibilità.

 

In caso di decadenza di un rappresentante di classe (per perdita dei requisiti o per dimissioni), il Dirigente nomina per sostituirlo il primo dei non eletti. La presidenza del Consiglio di Intersezione, di Interclasse o di Classe spetta al Dirigente Scolastico o a un docente, membro del Consiglio, suo delegato. Le riunioni di questi organi sono almeno tre nel corso dell’anno scolastico. I consigli di classe, interclasse e intersezione si riuniscono comunque in tutti i casi in cui ci sono tematiche importanti da affrontare, su convocazione del Dirigente Scolastico o su richiesta della maggioranza dei suoi membri.

Torna all'inizio del contenuto